21-22/06/2014 - estate di San Giovanni e notte delle streghe - Borgo Sant'Antonio (PG)

Al solstizio d'estate, quando il sole raggiunge la sua massima inclinazione positiva rispetto all'equatore celeste, per poi riprendere il cammino inverso, comincia l'estate. Tale giorno era considerato sacro nelle tradizioni precristiane e ancora oggi è celebrato dalla religiosità popolare con una festa che cade qualche giorno dopo il solstizio, il 24 giugno, quando nel calendario liturgico della Chiesa latina si ricorda la natività di San Giovanni Battista. 
E nella festa di San Giovanni convergono i riti indoeuropei e celtici esaltanti i poteri della luce e del fuoco, delle acque e della terra feconda di erbe, di messi e di fiori.
In Borgo sant’Antonio si festeggia San Giovanni Battista. Sembra un controsenso ma forse non tutti sanno che in Corso bersaglieri si trova l’Oratorio dell’antica Confraternita di San Giovanni. Un piccolo scrigno d’arte che contiene la statua del Santo bambino. Per questo l’Oratorio è comunemente chiamato dai borgaroli di “San Giovannino”. L’Associazione RI VIVI BORGO SANT’ANTONIO organizza il 21 e 22 giugno la 3^ edizione de “L’Estate di San Giovanni. Festa del solstizio d’estate”. Tradizionale appuntamento d’inizio estate al Borgo con mostre, tavola rotonda sulle antiche usanze legate alla natura e alle erbe, mostra – mercato di prodotti tipici e street food, arti e antichi mestieri, mercato delle piante e agricolo, fattoria didattica, giochi, musica nei giardini e in strada e novità di quest’anno, la magica notte delle streghe. Tante le iniziative e le curiosità che coinvolgeranno anche Porta Pesa e l’Oratorio di San benedetto, in via del Roscetto con esibizioni di cucina, arte del vetro, torneo di burraco e “Piazza Porta Pesa TV” con interviste e salotto d’intrattenimento ospiti. Ovviamente non mancherà domenica la parte più celebrativa con offerta floreale a san Giovanni, la Santa Messa con benedizione dell’acqua profumata, concerto di musica classica e per finire il Palio di Borgo sant’Antonio con sfida tra borgaroli della parte alta (Sant’Antonio) e quelli della parte bassa (San Giovanni). Storia, tradizione, curiosità, divertimento nel cuore del centro storico di Perugia, dove città e campagna trovano ancora un luogo d’incontro e contaminazione da 700 anni a questa parte.