pannelli solari

warning: Creating default object from empty value in /home/perugiar/public_html/modules/taxonomy/taxonomy.pages.inc on line 33.

BANDO 500 TETTI FOTOVOLTAICI A PERUGIA

Pubblicato il Bando per la concessione di contributi per la realizzazione di 500 sistemi fotovoltaici di potenza pari a 3 kWp

bando 500 tetti fotovoltaici perugia
A seguito del successo ottenuto dal Bando "1.000 tetti fotovoltaici - Perugia" e delle numerose richieste pervenute, i Soggetti Proponenti (Si(e)nergia, Consorzio ABN, Agenzia per l'Energia e l'Ambiente della Provincia di Perugia e Banca Popolare dell'Etruria e del Lazio) hanno deciso di pubblicare un nuovo Bando denominato "500 tetti fotovoltaici - Perugia" atto ad erogare un contributo in conto capitale finalizzato alla realizzazione di 500 sistemi fotovoltaici di potenza elettrica pari a 3 kW ciascuno collegato alla rete del distributore locale di energia elettrica, sfruttando le opportunità offerte dall'attuale normativa di settore che prevede la possibilità di usufruire di incentivi sull'energia elettrica prodotta, in "Conto Energia" (cfr. il DM 19/02/2007).

Grande novità del Bando "500 tetti fotovoltaici - Perugia" è rappresentata dalla possibilità di considerare ammissibili al contributo anche le richieste riferite a strutture esistenti gravate da vincolo a patto che il richiedente si impegni ad ottenere le necessarie autorizzazioni rilasciate dagli uffici di competenza.

Per informazioni è attivo il numero verde 800215577, nei giorni feriali dalle ore 9.00 alle ore 19.00.

La prima centrale solare al mondo indipendente sorgerà in Umbria

centrale_pannelli_solari
Con una potenza limitata pari a circa 300 kilowatt,  la centrale sorgerà a ridosso del nuovo stabilimento Ase (Arichimede Solar Energy) per la realizzazione di tubi solari, nato da un accordo tra Siemens e la società umbra Angelantoni. Lo stabilimento dell'Ase sarà realizzato a  Massa Martana, nella ex fornace laterizi, su una superficie di 12 mila metri quadrati  e tutti gli uffici saranno «ad emissione zero».
La tecnologia innovativa per il solare termodinamico messa a punto dall'Ase si basa sull'intuizione del premio Nobel per la fisica Rubbia: il processo sfrutta un fluido termovettore composta da una miscela di sali, non da un olio, che elimina quasi totalmente i danni ambientali e raggiunge temperature di 550 gradi, superiore a quella di altri fluidi utilizzati in questo settore.
fonte: Il giornale dell'Umbria

G.a.s. - Gruppi d'Aquisto Solidale

G.a.s. Gruppi d'Acquisto Solidale
G.a.s. Telefonia Fissa, Voip e ADSL (anche senza linea Telecom) - Santa Cristina di Gubbio

Condividi contenuti